VBC Mondovì corsaro in terra emiliana: a Reggio Emilia vince in quattro set

Doveva essere battaglia, lo è stata fino in fondo. Alla fine il VBC Mondovì è meritatamente uscito vittorioso dallo scontro diretto di Reggio Emilia, intascando bottino pieno. Finisce 3-1 per gli uomini di Mauro Barisciani la partita del Pala Bigi: dopo aver vinto ai vantaggi un primo parziale interminabile annullando agli emiliani sette palle set, Cortellazzi e compagni hanno costruito la loro vittoria con la testa, oltreché la tecnica. Per due set e mezzo la spina nel fianco ha avuto il nome di Lorenz Koraimann: l’opposto austriaco sembrava indomabile, ma con il dipanarsi del match si è spento ed i monregalesi ne hanno approfittato infliggendo il colpo del ko. Squadre similari nella percentuale in attacco (52%), determinanti sono stati i tantissimi errori degli emiliani, soprattutto al servizio: ben 20 i punti regalati dalla Conad a fronte di due soli aces. Ottima performance per Luca Borgogno, con 17 punti in attacco su 25 (68%), così come concretissimo è risultato Matteo Paoletti. 

“Siamo stati bravi e forse stavolta anche un pizzico fortunati – commenta a fine partita coach Barisciani-, ma fa pari con precedenti situazioni. Bravissimo Koreimann, poi quando è calato siamo riusciti a far bene alcune cose che avevamo preparato e la partita si è incanalata per il verso giusto. Ottima la ricezione così come l’attacco, anche se in certi frangenti avremmo potuto far meglio. A quattro giornate dalla fine, più che il bel gioco contano i risultati. Abbiamo iniziato quattro turni fa distanziati di 3 punti da Reggio Emilia e Potenza Picena ed ora siamo a +1 sulla Conad e -1 dai marchigiani: otto punti su 12 disponibili”.

Con i tre punti conquistati sul campo di Reggio Emilia il VBC Mondovì sale a 11 punti in classifica e distanzia di una lunghezza la stessa Conad tallonando Potenza Picena a quota 12. Ed i marchigiani della Golden Plast saranno i prossimi avversari di Cortellazzi e compagni nel prossimo turno, prima giornata del girone di ritorno che si giocherà sabato 3 marzo alle 20.30 all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche. Un altro big match, in questo finale di stagione davvero entusiasmante per i monregalesi.

COSI’ IN CAMPO. Il primo break dell’incontro è per Reggio Emilia con Bellini che, prima mette in difficoltà la ricezione monregalese, poi schiaccia in campo avversario un’imprendibile pipe. Parità ristabilita a 5 grazie all’errore di Ippolito, che poi si prende il muro di Paoletti per il primo vantaggio biancoblu (5-6). Ippolito, molto falloso in avvio di match, regala il +2 ai monregalesi schiacciando fuori un attacco in parallela (7-9), vantaggio incrementato dal muro di Picco su Bortolozzo: 11-14 e primo time out di Held. La ricezione lunga di Prandi costringe Cortellazzi al fallo d’invasione, la Conad si riprende un break (13-14), ma Picco torna a farsi sentire prepotentemente a muro stoppando Sesto per il nuovo +3 bianco-blu (13-16). Il muro contiene, Paoletti mette a terra il punto del 14-18 ed arriva l’ultimo time out reggiano. La Conad trova un ace fortunoso sul net da parte del neo entrato Arienti (17-19), poi gli emiliani si portano ad una sola lunghezza  (22-23) grazie al muro di Koraimann a fermare Paoletti. Ancora Koraimann a trovare la parità (23-23), l’austriaco è inarrestabile e porta Reggio Emilia al set point: 24-23, time out per Barisciani. Mondovì annulla sette tentativi dei padroni di casa di far loro il set, ribalta la situazione su errore di Ippolito e chiude positivamente su ennesima incertezza avversaria, stavolta di Koraimann.

Ancora la Conad avanti in avvio di secondo set: 4-2, errore in attacco per Mercorio e Reggio incrementa il vantaggio con la pipe vincente di Bellini per il 6-3. Lo schiacciatore reggiano incappa subito dopo nel muro di Picco, Mondovì accorcia le distanze (7-6), ma Bellini fa e disfa e si riprende il punto del +3 (10-7). Koraimann infierisce anche da posto due, Bortolozzo dal centro e sul 13-8 Barisciani interrompe il gioco. Due errori reggiani, Koraimann in attacc-o, invasione per Bortolozzo, Mondovì è a -2 (14-12), poi Mercorio trova l’ace e sul 15-14 arriva il time out di Held. La Conad si riorganizza, va a segno dai nove metri con Bortolozzo (17-14): un vantaggio che i locali mantengono fino alla conclusione del set.

Il solito Koraimann, inarrestabile, porta Reggio avanti 6-3 nel terzo parziale, Borgogno accorcia le distanze per Mondovì (6-5) e la parità arriva a quota 10 grazie al muro a uno di Mercorio sull’austriaco. Primo vantaggio del set per il VBC propiziato dall’attacco vincente dalla seconda linea di Paoletti (12-13), arriva una lunga serie di cambi palla, poi è il muro di Picco su Ippolito a firmare il break piemontese: 20-22, time out per coach Held. Mondovì arriva al set ball e al primo tentativo è Paoletti a chiudere.

Parte forte la Conad nel quarto, pipe di Bellini ed è subito 2-0. Il muro di Sesto su Mercorio vale il 4-1, ma lo schiacciatore casertano si riscatta grazie ad una battuta efficace che, prima costringe Bellini all’errore, poi propizia l’attacco di Paoletti il quale rimette le squadre in parità sul 5-5. Vantaggio monregalese sul primo tempo vincente di Picco, che costringe Held ad interrompere il gioco sul punteggio di 6-7. Un gran difesa di Prandi permette a Borgogno di guadagnare il break (11-13), poi arriva il muro di Picco su Bellini che sancisce il punto del 13-16. Held ferma il gioco, ma è ancora il VBC ad andare a punto, stavolta con Paoletti e Parusso: sul 15-20 il coach reggiano cambia Ippolito con Tim Held. Koraimann, spentosi in questo quarto set, si rianima e dalla seconda linea regala il break a Reggio che approfitta anche dell’invasione di Parusso per portarsi a -2 (18-20). Mondovì riordina le idee e con Paoletti e Borgogno arriva al match ball sul 19-24, chiude Paoletti al primo colpo.

CONAD REGGIO EMILIA-VBC MONDOVI’ 1-3 (32-34/25-22/23-25/19-25)

VBC MONDOVI’: Menardo, Parusso 8, Mercorio 10, Prandi (L), Picco 11, Cortellazzi 1, Paoletti 23, Borgogno 17.

Ric. 71% (31% prf), att. 52%, muri 10, ace 1, batt. sb. 12, errori 21