Stabile la produzione industriale in provincia di Cuneo nel 1° trimestre 2018

Nel periodo gennaio-marzo 2018 la produzione industriale non ha registrato variazioni rispetto all’analogo periodo del 2017, in un contesto regionale caratterizzato da un incremento della produzione industriale del 2,7%.

La sostanziale stabilità dell’output si associa ai risultati positivi rilevati in quasi tutti gli altri indicatori congiunturali analizzati. Il I trimestre 2018 registra, infatti, un unico dato negativo relativo ai nuovi ordinativi interni(-1,8%). Tutti gli altri indicatori evidenziano performancepositive.  In particolare, gli ordinativi esteri manifestano un incremento del 4,3%. Il periodo gennaio – marzo evidenzia risultati positivi anche per il fatturato: quello totalesegna + 3,1%, mentre la componente esterasi sviluppa del +0,7%. Migliora leggermente il grado di utilizzo degli impianti chesi porta al 64,37%.

Il segnale di sostanziale stabilità che ci perviene dall’indagine congiunturale, svolta il I trimestre 2018 presso le imprese manifatturiere contiene elementi positivi, più evidenti in alcuni settori quali le industrie tessili, dell’abbigliamento e calzature e quelle metalmeccaniche, anche sostenute dalla crescita degli ordinativi esteri, a fronte di una nuova contrazione del mercato interno– sottolinea il presidente Ferruccio Dardanello-. A supporto delle performance delle imprese del territorio, per accompagnarle e aiutarle a cogliere le opportunità derivanti dall’innovazione e dall’internazionalizzazione, il sistema camerale interviene con specifiche progettualità e iniziative, rese accessibili dal piano Impresa 4.0 anche per le realtà meno strutturate”. 

Sono questi alcuni dei risultati emersi dalla 186ª “Indagine congiunturale sull’industria manifatturiera”realizzata da Unioncamere Piemonte in collaborazione con gli Uffici studi delle Camere di commercio provinciali. La rilevazione è stata condotta nel mese di aprile 2018 con riferimento aidati del periodo gennaio-marzo2018, e ha coinvolto 1.331 imprese industriali piemontesi, di cui 174 cuneesi.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*