Rapinò una sala giochi a Mondovì, arrestato dai Carabinieri

Nel quartiere Breo di Mondovì, nella serata dello scorso 15 ottobre, si consumò una rapina a danno di un trentenne cittadino cinese, gestore di una Sala Giochi. Il malcapitato, mentre stava occupandosi delle pulizie del locale una volta chiusa al pubblico l’attività, era stato affrontato da un uomo che, parzialmente travisato in volto ed armato di una pistola e di una “sparachiodi”, gli intimò di consegnargli l’incasso.

Ne nacque una breve colluttazione in conseguenza della quale la vittima riportò solo quale escoriazione, mentre il malfattore impossessatosi di circa trecento euro si dileguò a bordo di un’autovettura. Nel momento in cui la vittima della rapina uscì in strada per cercare aiuto, il rapinatore, non pago, tentò di investirlo con la propria autovettura senza riuscirci.

Sul posto intervennero i militari del Nucleo Operativo della Compagnia di Mondovì che procedettero così ai primi accertamenti, in esito ai quali si appurò come il rapinatore fosse fortemente somigliante ad un cliente abituale della Sala Giochi. Le indagini proseguirono sotto la direzione della Dott.ssa Gabriella Viglione, Procuratore Aggiunto della Procura della Repubblica di Cuneo, fino ad addivenire alla certa individuazione del rapinatore, con il contestuale recupero e sequestro delle due armi utilizzate nel corso della rapina, una pistola con matricola abrasa ed una sparachiodi per carpenteria metallica. Nei giorni scorsi, con l’impiego di una decina di militari è stata eseguita la fase finale dell’attività investigativa in virtù della quale è stata applicata la misura cautelare a carico del responsabile dei fatti, F.G., 40enne di origini napoletane da tempo residente a Mondovì, che è stato così sottoposto al regime degli arresti domiciliari.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*