“Orti Didattici” a Ceva: la scuola diventi veicolo di trasmissione di valori e saperi

Nella zona del Cebano coltivare l’orto è molto diffuso ma è una attività che sta piano piano diminuendo nelle generazioni più giovani. Il Comune di Ceva e l’Assessore alle Manifestazioni Lorenzo Alliani in collaborazione con la Coldiretti hanno proposto alle Scuole Elementari e Medie della Città il progetto degli Orti Didattici perché la Scuola diventi veicolo di trasmissione di valori e di saperi che ci sono ancora, di un alfabeto della natura che è fondamentale conoscere.

L’orto diventa un fattore educativo perché verrà insegnata l’idea del ciclo delle Stagioni, l’attesa, il prendersi cura di qualcosa di vivo. E’ nata una stupenda collaborazione da parte degli insegnanti della Scuola Media ed Elementare che, con entusiasmo, hanno aderito alla proposta. Gli alunni dovranno “mettere le mani nella terra” per seminare ortaggi, erbe aromatiche e piante, nonchè annaffiare e pulire. Imparano da dove proviene il cibo che mangiano, la fatica e il tempo che occorre per ottenerne i frutti. E, perché no, assaporare il gusto. Inoltre le aziende Guffanti, La Nuova Agricola, il Consorzio Agrario e Stenca hanno affiancato l’attività donando gran parte del materiale dimostrando una grande sensibilità verso l’insegnamento insieme al Consorzio della patata dell’Alta Valle Belbo e il Consorzio dei cereali e legumi dell’Alta Langa. L’idea è quella di continuare nell’anno, quindi il seme che i bambini piantano ad Aprile lo ritroveranno pianta a Settembre. Nell’atrio della Scuola Media, sotto l’austero busto del Senatore Siccardi, sono state collocate 6 fioriere che le Professoresse, con la preziosa consulenza dei tecnici Coldiretti e del Prof. Rolfo, trasformeranno in laboratorio di studio. invece alla Scuola Elementare sarà possibile piantare in piena terra le patate e le piante da frutto oltrechè le erbe officinali e gli ortaggi in due fioriere. Le maestre costruiranno con gli alunni la “Piramide alimentare” per una sana e buona educazione alimentare. In particolare la Coldiretti, a cura della Responsabile di zona Romana Daniello, ha messo a disposizione i tecnici che supporteranno le insegnanti nella scelta del materiale e della sua messa a dimora. Solo questo tipo di collaborazione potrà mantenere e migliorare il progetto nel tempo.Come scrive il poeta Tonino Guerra nel Manifesto dell’orto: “Conta di più mostrare ai bambini delle aiuole di un orto che le pagine di un libro, riempire di stupore la fantasia dei ragazzi con lo spuntare di una foglia e il lento apparire di un colore sul pomodoro”. L’inaugurazione alla Media è avvenuta giovedì 26 Aprile e alle Elementari sarà il 9 Maggio. Il tutto avrà l’epilogo il 27 Maggio a Ceva in occasione della Mostra-mercato LaPrima- Colori e sapori della Primavera dove gli Istituti e le classi che hanno aderito agli “Orti didattici” verranno premiati con un attestato e con materiale scolastico.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*