La lista degli obiettivi 2018 del sindaco di Cervere

Proseguire, in questi 12 mesi di rush finale del primo mandato politico-amministrativo, l’attuazione del programma elettorale coordinandola con l’adempimento delle disposizioni provenienti dallo Stato, in modo da semplificare al massimo l’impatto burocratico e minimizzare i costi su Comune stesso, cittadini e imprese. Il piano degli obiettivi approvato per il 2018 dall’Amministrazione municipale di Cervere prevede interventi “che spaziano dall’organizzazione interna della macchina comunale, a fini di miglioramento continuo dei servizi alla popolazione residente, all’adozione di interventi per rafforzare ancor più il ruolo territoriale vasto Cervere e le sue dotazioni economico-turistiche, sociali e infrastrutturali”, come tiene a precisare il Sindaco Corrado Marchisio: “Vogliamo far sì che la compilazione di questi documenti imposti dalla normativa nazionale, uguale per grandi e piccoli Comuni, sia gestita in un’ottica di collaborazione “Insieme” fra Giunta e Consiglio, Dipendenti pubblici e Cittadinanza nonché altri Enti locali in una visione associata, per garantire la speditezza necessaria ai progetti di sviluppo”.

Il Piano individua pertanto una serie di obiettivi da conseguire entro l’anno in corso, e per ciascuno di essi la figura o le figure incaricate delle attività per realizzarlo.
Una serie di finalità da raggiungere riguarda la qualità del rapporto con il Cittadino: dal nuovo testo per l’accesso civico generalizzato agli atti amministrativi alla costituzione, tramite partenariati, di un Comitato unico di garanzia per le pari opportunità lavorative; dalla proposta di regolamentazione sul Biotestamento al varo della Carta di identità elettronica e del testo di recepimento del regolamento generale sulla protezione dei dati, non di rado fonti di burocrazia diretta e indiretta, “con l’obiettivo costante di contenere i disagi per i Residenti”.
Sul piano dei rapporti finanziari, il Comune è da tempo al lavoro per garantire una diretta assistenza nel calcolo delle imposte e tasse locali, con l’obiettivo di semplificare le attività di pagamento e di ridurre costi impropri e contenziosi per i Contribuenti, mentre prima della fine dell’anno svolgerà tutte le procedure per affidare, ai sensi delle nuove norme, il servizio di tesoreria comunale per i prossimi cinque anni mantenendo il costo zero.
Attenzione sarà riservata anche agli aspetti sociali, con interventi per migliorare la fruibilità della Biblioteca tramite un progetto da concordare con il mondo del volontariato finalizzato all’acquisto di libri ad alta leggibilità a beneficio degli utenti con problemi o difficoltà di lettura. Si punterà poi alla conferma del ruolo di Cervere come Comune turistico applicando le sopravvenute disposizioni della legge regionale del 2016 in materia, e alla richiesta di adesione al Comitato locale per il Paesaggio con Cherasco capofila e con Narzole per snellire i procedimenti su alcune autorizzazioni nel settore paesaggistico. Si lavora inoltre alla realizzazione di un’area aggiuntiva da destinare a parcheggio pubblico in zona via Fossano.
Capitolo non meno importante, anzi, sarà quello che da giugno impegnerà Comune, Pro loco e uffici ed enti competenti nella stesura di piano tecnico di sicurezza in occasione della Fiera del Porro di Novembre, affinché l’altissimo potenziale turistico della manifestazione regina di ogni anno possa continuare i svolgere a propri effetti positivi sull’economia locale nel contesto di applicazione della cosiddetta direttiva statale Gabrielli in tema di protezione civile e di gestione delle emergenze, lavorando sulla prevenzione e informazione.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*