Consiglio comunale di Gaiola, Biolè: “Tutto procede secondo programma”

Si è tenuta giovedì 22 marzo 2018 la seduta del consiglio comunale di Gaiola relativa all’approvazione del conto del bilancio 2017. Significativi gli argomenti all’ordine del giorno.
Per prima cosa è stato trattato il conto consuntivo 2017, che per il terzo anno consecutivo riesce ad incamerare la rata dei sedici mila euro relativi al ripianamento del massiccio disavanzo ereditato dalla passata legislatura. Grazie all’ulteriore sforzo, quest’anno il disavanzo residuo è certificato a 386.000 euro, partendo dai 434.000 euro di fine 2014. L’assemblea ha poi provveduto alla modifica di due regolamenti comunali.

All’unanimità è stata modificata la percentuale di riduzione relativa alla parte variabile della tassa rifiuti per gli utenti iscritti al nuovo registro comunale sull’autocompostaggio, a sottolineare la volontà politica dell’amministrazione di incentivare tale pratica. Il valore per il 2018 passa dal 15% al 20%.

E ancora all’unanimità il consiglio ha integrato il precedente regolamento dei servizi non essenziali, inserendovi la possibilità di affitto della sala comunale posta al primo piano del complesso polifunzionale “La Gramigna”. Tale spazio avrà d’ora in poi gli stessi costi della Sala Tiboldo, al piano terreno. In ultimo si è passati a trattare la proposta di ordine del giorno relativa all’auspicata adesione dell’Italia all’Accordo internazionale di messa al bando della armi nucleari. Il Trattato sulla Proibizione delle Armi Nucleari è stato adottato con il voto positivo di 122 Stati il 7 luglio 2017; aperto alla firma il 20 settembre 2017 ha già raccolto oltre 50 firme e 4 ratifiche; entrerà in vigore 90 giorni dopo la presentazione presso delle Nazioni Unite dello strumento di ratifica del 50° Stato.

Il Sindaco Fabrizio Biolé: “A distanza di tre anni, tutto procede secondo la pianificazione di rientro del disavanzo, e di questo devo ringraziare tutto il Consiglio Comunale e la cittadinanza per la condivisione di questo percorso che anche quest’anno ci consente di mantenere gli impegni presi secondo la legge di stabilità. Sono altresì convinto di poter dare uno strumento in più utile alla riduzione dei rifiuti, tramite l’incentivo aggiuntivo a favore dell’autocompostaggio della frazione organica. In quanto all’ordine del giorno politico sulla non più rimandabile adesione del nostro paese al Trattato di messa al bando sugli ordigni nucleari, sono fiero di aver inserito il nostro Comune nel novero degli enti che si impegnano formalmente per raggiungere tale risultato.”

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*