Confindustria Cuneo riporta la cultura del legno nelle scuole

Dopo il grande successo della prima edizione torna “A scuola di legno”, il progetto didattico, organizzato dalla Sezione Legno di Confindustria Cuneo in collaborazione con le Scuole Tecniche San Carlo di Boves, rivolto agli alunni delle classi quarte degli istituti comprensivi della provincia di Cuneo. Dalle 8 scuole e 156 alunni dell’anno scorso, si passa ai 24 istituti ed ai più di 400 bambini coinvolti in questa nuova edizione. L’obiettivo è quello di trasmettere alle generazioni più giovani il gusto e la bellezza della lavorazione di questa straordinaria materia prima attraverso il gioco, la creatività e l’esperienza formando nei ragazzi una vera e propria “cultura del legno”, facendone conoscere la filiera ed i prodotti realizzati dalle aziende del settore e facendo riscoprire in loro l’importanza dell’ “intelligenza manuale”. L’iniziativa ha il sostegno dell’Ufficio Scolastico Provinciale, della Fondazione CRC, della Camera di Commercio di Cuneo, dell’Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali del Piemonte e Valle d’Aosta e Pefc Italia. Si parte giovedì 5 aprile presso la scuola elementare di Sommariva Bosco.

“Con questa iniziativa – spiega Lorenzo Elia, presidente della Sezione Legno di Confindustria Cuneo – vogliamo portare nelle scuole la cultura dell’albero e del legno, di cui è importante i bambini conoscano la filiera. Si deve sapere che gli alberi abbattuti per ricavarne legno sono a fine ciclo e verranno sostituiti da nuovi, come è giusto e normale che sia. Il legno è un materiale bello, pulito ed ecologico con cui si può costruire di tutto, persino delle case. I ragazzi devono sapere che chi lavora questo materiale lo fa nel massimo rispetto di rigidi protocolli che tutelano l’ambiente”. Un concetto che fa suo e che rafforza Mariella Bono, rappresentante aggiuntivo del consiglio generale Sezione Legno di Confindustria: “Utilizzare e lavorare il legno non significa distruggere l’ambiente, bensì aiutarlo”. Il progetto “A scuola di legno” prevede una mattina di attività didattica nelle classi, la visita presso un’azienda del territorio appartenente alla Sezione Legno di Confindustria Cuneo e la possibilità di partecipare al concorso “Disegna un mobile per la tua scuola”. Nel corso della mattinata formativa, i bambini vengono coinvolti in un “laboratorio dei sensi”, affinchè conoscano il legno attraverso tatto, olfatto e vista. Segue un laboratorio manuale in cui eseguono piccole lavorazioni su un manufatto. Nella seconda fase del progetto, bambini ed insegnanti insieme progetteranno un mobile per la propria scuola. I progetti verranno valutati da una commissione formata da imprenditori ed esperti del settore e la classe vincitrice vedrà realizzato il proprio arredo dai ragazzi delle Scuole Tecniche San Carlo. Dell’entusiasmo con cui alunni ed insegnanti accolgono l’iniziativa parla Erica Pellegrino, direttrice delle Scuole Tecniche San Carlo: “Nelle scuole manca la manualità, quindi gli alunni apprezzano molto iniziative come questa, incuriositi come sono dal fatto di poter realizzare con le loro mani dei piccoli oggetti. Il progetto, inoltre, piace anche al corpo docente a cui fornisce molti spunti per la propria attività didattica. La visita in azienda, infine, porta i ragazzi a contatto con il mondo del lavoro facendone conoscere i tanti cambiamenti che lo stanno attraversando”. Sull’importanza della formazione anche in tenera età, infine, pone l’accento Davide Mondino, presidente Ordine Dottori Agronomi e Dottori Forestali Piemonte e Valle d’Aosta: “Il bosco è una fonte rinnovabile, le cui imprescindibili regole di tutela e salvaguardia è importante si imparino e si conoscano sin da bambini”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*