Accordo tra Gruppo Marengo e Elah-Dufour-Novi su efficienza energetica ed innovazione

È stato firmato a Novi Ligure (Alessandria) un importante accordo di cooperazione tra il Gruppo Elah Dufour Novi e il Gruppo Marengo di Alba, che prevede la realizzazione nello stabilimento di Novi Ligure del noto gruppo dolciario italiano di un impianto di cogenerazione “chiavi in mano”.

La nuova centrale energetica “green” è interamente progettata, installata, avviata e assistita nel tempo da Albasystem, divisione del Gruppo Marengo che si occupa dell’integrazione dei sistemi energetici interconnessi e gestiti da un’automazione avanzata, che realizza anche tutte le opere idrauliche ed elettriche per l’integrazione con gli impianti già esistenti. Per il Gruppo Marengo si tratta di un ulteriore impianto con una potenza elettrica di 1.400kW, che si aggiunge, in contemporanea, a quello in fase di realizzazione nello stabilimento del Gruppo Ferrero Mangimi Spa a Sorbolo (Parma).

Il nuovo impianto produrrà energia elettrica e acqua calda per i processi industriali dello stabilimento di Novi Ligure ed è costituito da un gruppo di cogenerazione a gas metano Cummins della potenza elettrica di 1.400 kW, mentre l’utilizzo dell’energia generata da parte delle utenze sarà gestito Aspec Industry, sistema brevettato da Albasystem. L’autoproduzione di energia elettrica sarà di 9,67 MWh/anno, pari al 78% del fabbisogno dello stabilimento e coprirà l’intero fabbisogno di acqua calda di processo, pari a 5,1 MWh/anno di energia termica. L’impianto consentirà quindi un risparmio annuo di 797 Tonnellate Equivalenti di Petrolio (T.E.P.) ed una riduzione annua di emissioni di Co2 pari a 2.933 Tonnellate, prevedendo una riduzione complessiva dei costi energetici annui pari a circa il 43%. Tali risparmi consentono ritorni dell’investimento estremamente rapidi.

“L’accordo siglato a Novi Ligure è importante per diverse ragioni – spiegano Massimo Marengo, amministratore delegato del Gruppo Marengo e Paolo Giacchero, project manager Albasystem -. Innanzitutto per il peso specifico e il prestigio del nostro partner, che rappresenta quattro noti marchi dell’industria dolciaria italiana e conta stabilimenti produttivi anche in provincia di Cuneo (Bra) e di Savona (Sassello). Quindi perché arriva a pochi mesi dalla presentazione dell’impianto energetico, unico al mondo, che abbiamo realizzato per la Gai Macchine Imbottigliatrici Spa a Ceresole d’Alba (Cuneo), che si aggiunge a quelli già messi in funzione per Maina Panettoni Spa (Fossano), F.lli Rivoira Spa (Verzuolo), Salumificio San Carlo Spa – Gruppo Beretta (Piacenza) e Galvanotecnica Gt Srl (Pollenzo). Una doppia conferma della bontà del brevetto Aspec Industry e dei notevoli vantaggi che garantisce in termini di risparmio sui costi energetici e di rispetto dell’ambiente. Un incoraggiamento a proseguire la ricerca sulla strada intrapresa, proprio mentre sta per vedere la luce la sua applicazione casalinga, Aspec Home, di cui è già arrivato il nulla osta per il brevetto e di cui presto mostreremo le prime applicazioni pratiche”.

Soddisfazione anche in casa Elah Dufour Novi. “Non è un caso che abbiamo siglato un accordo con un’azienda piemontese – commenta il presidente del gruppo dolciario, Cavaliere del Lavoro Flavio Repetto -. Nella preparazione dei nostri prodotti, infatti, da sempre preferiamo le materie prime del territorio, come le nocciole della Langhe che utilizziamo per il cioccolato. È stato naturale quindi trovarci in sintonia e dare fiducia al Gruppo Marengo di Alba per realizzare il nostro nuovo impianto di cogenerazione”.

Lascia un commento

Your email address will not be published.

*