A Lagnasco un workshop alla scoperta dei segreti del Prosciutto Crudo di Cuneo Dop

Lunedì 4 giugno, a partire dalle ore 18, il Prosciutto Crudo di Cuneo Dop sarà protagonista del workshop “Porte aperte del Prosciutto Crudo di Cuneo Dop” che ha l’obiettivo di farne conoscere ed apprezzare le innumerevoli qualità. Il prosciuttificio Carni Dock di Lagnasco (strada Manta 5/a) aprirà le sue porte per svelare i segreti del prelibato salume cuneese, poi, tutti al Castello per un momento di approfondimento sul prodotto, cui seguirà una degustazione guidata del Prosciutto Crudo di Cuneo Dop e di altre prelibatezze del territorio.

“La tradizione della lavorazione e della conservazione delle carni suine nell’area cuneese risale a parecchi secoli fa – dichiara Chiara Astesana, presidente del Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo – Già i romani, insediati nei primi secoli d.C. in provincia presso le città di Pollenzo, Alba, Benevagienna, erano noti per aver sviluppato l’attività dell’allevamento di maiali e per la conoscenza delle tecniche per la conservazione delle loro carni con l’uso del sale. Anche perchè giova ricordare che il sale, elemento fondamentale per la conservazione delle carni, non è mai mancato nell’area cuneese in quanto terra attraversata da numerose “vie del sale”, utilizzate per trasportare la pregiata merce dalle saline della Costa Azzurra verso le città di Torino e Milano”.

“Oggi il Prosciutto Crudo di Cuneo – prosegue la presidente Astesana – può essere prodotto in provincia di Cuneo, in quella di Asti ed in 54 comuni della zona Sud della provincia di Torino, un’area all’interno della quale sussiste un microclima ottimale per la stagionatura dei salumi. La salagione viene eseguita a mano, allo scopo di dosare in modo razionale il sale ed utilizzarne dunque il meno possibile”.

Il programma dell’evento prevede l’arrivo degli invitati e la loro registrazione alle ore 18. A seguire, inizierà la visita del reparto salumeria ‘Grandock’ della Carni Dock con dimostrazione delle lavorazioni di salatura delle cosce e di sugnatura e spillatura dei prosciutti.

Alle 19.30 avverrà il trasferimento presso il Castello di Lagnasco dove andrà in scena “Ti presento il Crudo di Cuneo Dop”: dopo il saluto delle autorità, si parlerà de “Il legame con il territorio, valore che sta alla base della registrazione della denominazione Crudo di Cuneo” e de “La strategia di marketing del prosciutto Crudo di Cuneo Dop” con interventi di rappresentanti del Consorzio e dell’azienda Carni Dock.

“Il workshop – aggiunge Giovanni Battista Testa, segretario del Consorzio di Tutela e Promozione del Crudo di Cuneo – è parte integrante del progetto di promozione che il Consorzio del Prosciutto Crudo di Cuneo sta portando avanti con i Consorzi di Tutela dei formaggi Bra Dop e Raschera Dop. L’evento fa seguito infatti all’incontro tra i formaggi Bra e Raschera che si svolse a Scarnafigi lo scorso 24 marzo”.

Infine, dopo tanta teoria, un po’ di pratica per la gioia dei palati dei presenti, che avranno la possibilità di effettuare una degustazione guidata del Prosciutto Crudo di Cuneo Dop, dei formaggi Bra e Raschera Dop insieme ad altre specialità del territorio. Per maggiori informazioni è possibile telefonare al numero 335/5694937 o scrivere un’email a info@prosciuttocrudodicuneo.it